studiokmzero

lunedì 27 agosto 2007

puntoporn


Spopola su youtube un video realizzato dalla redazione di Good Magazine, che presenta in maniera intrigante e un po' furbetta i dati di utilizzo della pornografia sul web.
Ci fa piacere vedere che qualcun'altro condivide le perversioni infopornografiche che ci hanno spinto a realizzare il progetto di ego[n]2:dotporn. Ma del resto, a giocare con le immagini del desiderio e con gli stereotipi della trasgressione siamo in buona compagnia: dai Designers Republic con il catalogo Murray + Vern, a Kalimera con il video di Who's your Daddy per Benny Benassi, per finire con Steven Heller [probabilmente il più noto critico e divulgatore di graphic design] che non solo ha scritto un libro sull'argomento, ma rivela un torbido passato che lo vede minorenne [!] come art director per due riviste porno [!!] finire in gattabuia con belle dame al seguito [!!!].
Passione o perversione?
Interesse intellettuale o bieco istinto?
Forse tutto questo insieme: per dirlo con le parole di Laura Kipnis la pornografia ci interessa per forza, perché ci riguarda, intensamente e senza scampo. Riconoscerla nel bene e nel male come una delle forze culturali motrici del world wide web, ci sembra evidente.
Da tutti questi stimoli è nato il progetto di ego[n]2:dotporn, un falso annual report di settore che graficizza dati e citazioni raccolte da Cosimo Lorenzo Pancini di studio Kmzero in anni di studi sul campo... :-)
Clp ha creato un impianto grafico che si presenta come una bozza in fase di lavorazione, comprensiva di segni di taglio e note a margine, utilizzando rielaborazioni di disegni a matita dell'artista Alberto Pagliaro basati sulle foto di Carlos Batts, oltre a immagini originali. Certo, manca un tocco femminile... ma a questo dedicheremo forse uno dei prossimi numeri di ego[n] - casomai consigliandovi per ora i bei progetti di Cristina Chiappini, che potete vedere in mostra a Attraversamenti...
Alla fine, crediamo di aver lanciato abbastanza argomenti di riflessione - perché, insomma... sarà mica vero che "internet serve solo per il porno"?!
[english version]

2 commenti:

prottis ha detto...

Ho appena scaricato il video "Who's your Daddy " e senza censura rende meglio....ma ti ricordi come si chiamava quel video che davano su MTV qualche anno fa dove cerano due ragazze che giocavano con dei falli gommosi colorati...comunque questo progetto mi aggrada asssai. ciao!

cosimo lorenzo ha detto...

Mmh... falli colorati? Su MTV? Mi sa che questo video girava solo a tarda notte su Brand New... io comunque non ne ho memoria.
Chiederò ad Alberto che in questi campi (video ed erotismo) è inarrivabile Mastro. Ricordo ancora le nostre lunghe e nostalgiche discussioni relative al momento in cui pargoletti, vedemmo il video di "Girls on film" dei Duran Duran... sarà mica quello che ci ha rovinati?